Trasformare il tirocinio in abilitazione. Domani a Roma la manifestazione

In questi giorni, nelle piazze di Milano, Torino, Napoli, Padova, Bologna, Catania, Pescara, Bari, Messina, i dottori in Psicologia, Farmacologia e Biologia che si avvicinano all’EdS (Esame di Stato, passo necessario per l’iscrizione all’albo delle suddette professioni) manifestano per trasformare il tirocinio professionalizzante in abilitazione. Tali lauree rientrano nel piano di Salute del Sistema Nazionale e lo Stato deve garantire stessa dignità e diritti al pari dei colleghi medici e infermieri. Nella fattispecie, i dottori non richiedono l’abolizione dell’Esame di Stato, ma un riconoscimento della categoria professionale. L’esame di stato che di norma consta di 4 prove (3 scritte e 1 orale), debitamente distanziate l’una dall’altra e propedeutiche, attualmente è organizzato in una sola prova online, (in cui si richiede la stessa preparazione e la mole di studio necessaria per tutte e 4 le prove insieme). Le commissioni specificano di accertarsi una connessione stabile, con conseguente mancata ammissione se quest’ultima decade. Il pagamento della tassa d’iscrizione in alcune facoltà si aggira sui 500 euro. Tali condizioni vengono dettate alla semi uscita da un periodo particolarmente difficile da attraversare sia a livello economico che psicosociale.

È il momento che lo Stato intervenga e faccia capire quali sono le sue priorità, se difendere una categoria o preservare la salute in toto. È il momento che l’opinione pubblica si accorga dell’importanza e del valore di tali professioni. La posizione dei manifestanti sarà difesa a Roma, venerdì 12 Giugno in Piazza Montecitorio alle ore 14.

Di seguito il link dell’evento organizzato dagli abilitandi psicologi:

https://www.facebook.com/events/s/abilitazione-alla-professione-/668851953662989/