Un successo la decima edizione della passeggiata ecologica “Salvaguardiamo la località Arena”

alla passeggiata hanno partecipato oltre 400 alunni delle scuole cesane e centinaia di cittadini ed autorità.

Si è svolta sabato 18 maggio 2019 la decima edizione della nota manifestazione di CesaRinasce a difesa dell’ambiente denominata Passeggiata ecologica “Salvaguardiamo la località Arena”. L’iniziativa ha lo scopo di salvaguardare la località campestre di Cesa dallo sversamento illegale di rifiuti ed è giunta alla decima edizione .

Il presidente dell’associazione Cesario BORTONE ha dichiarato “…Quest’anno la manifestazione è rientrata in un progetto POC della Regione Campania di valorizzazione della coltivazione del vino asprino, ottenuto dal comune di Cesa. La località Arena è uno degli angoli di territorio campestre sito a nord di Napoli meglio preservati, non ci sono stati negli anni scorsi, per fortuna, fenomeni di grave inquinamento ambientale e di sversamento illegale di rifiuti tossici, per questo dobbiamo ancor più impedire per senso civico che ciò avvenga per evitare il rischio che possa diventare una discarica a cielo aperto come altre località vicine.

Questo territorio” – ha aggiunto – “ha delle caratteriste naturali che consentono di valorizzarlo, forte vocazione agricola con coltivazione di fragole, frutta e il noto vino asprino, ha una strada campestre che lo racchiude a semicerchio, un parco agricolo quindi che conserva le antiche tradizioni contadine della nostra terra e con il rifacimento della strada campestre un percorso podistico naturale , per questo l’associazione che ho l’onore di presiedere organizza anche gare podistiche che riscuotono grande successo. Il territorio si presta a grandi potenzialità , bisogna sfruttare le migliori idee e proposte come l’istituzione del parco agricolo con la produzione del famoso vino asprino, un percorso podistico , una pista ciclabile.

Queste sono idee e proposte che sono già state recepite possono diventare realtà sfruttando i fondi regionali e statali ad hoc”. Quest’anno la manifestazione ha visto oltre la partecipazione di circa quattrocento alunni delle scuole di Cesa, tanti cittadini e illustri rappresentanti delle istituzioni.

Nella foto il Dr. Vincenzo GALLOZZI , dirigente del Commissariato della Polizia di Stato di Aversa e il Dr. Biagio CHIARIELLO Comandante polizia locale Frattamaggiore (NA), coordinatore cabina di regia pattuglie Esercito e polizie locali per il contrasto crimini ambientali in Terra dei Fuochi per incarico del referente del Governo prefettura di Napoli, il capitano Alfonso ERRICO comandante Polizia locale di Cesa, a seguire il vicecomandante della stazione Carabinieri di Cesa, il sindaco di Cesa Enzo GUIDA con vari assessori, Enrico D’AGOSTINO vicepresidente CesaRinasce, Gioacchino ABATE, Giulio BORZACCHIELLO, Cesario RE, Nicola FORMOLA, Cesario MARRANDINO, PECOVELA Matteo, Gennaro CIMMINO, Cesario Cesar, Raffaele BORZACCHIELLO coordinatore cesano degli osservatori ambientali e tanti bambini, studenti delle scuole con insegnanti e protezione civile di Cesa.