AGM Servizi Sanitari 582×215

216 CASI/MISURE RESTRITTIVE AD ARZANO: IL PROVVEDIMENTO DEI COMMISSARI PREFETTIZI

C’è chi parla di Lockdown

 

Arzano (di Sirmone Paride Russo216 Casi. Nei numeri, il comune a Nord di Napoli ha superato tutti i paesi limitrofi.

 

L’Ordinanza della Commissione Straordinaria  del 14/10/2020 a seguito della comunicazione dell’Asl Competente, in relazione al numero di casi, in forma precauzionale dal 15/10 al 25/10/2020 ha disposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado all’interno del territorio, oltre naturalmente alla chiusura di uffici comunali, consorzio cimiteriale, attività sportive di ogni natura, centro anziani.

Va precisato in ogni caso, che la “chiusura” territoriale con ordinanze specifiche per attività e luoghi di diverso genere, non è naturalmente una chiusura totale
È infatti garantito in ogni caso la possibilità  di recarsi sul luogo di lavoro, e il rientro alle proprie dimore, pertanto, nonostante le misure restrittive, non si può parlare di vero e proprio lockdown.

Sono sospese naturalmente gli eventi pubblici o aperti al pubblico, l’entrata nella villa Comunale sita in Via Napoli, gli incontri associativi; viene ricordato inoltre ai soggetti che riscontrano una temperatura superiore a 37,5° C. di restare presso le proprie abitazioni e di contattare il proprio medico curante o l’Asl di appartenenza.

Il Prefetto inoltre, vista la situazione d’emergenza, ha sollecitato una maggiore presenza ed un più stretto controllo del territorio, potenziando forze dell’ordine, carabinieri e vigili, affinchè spostamenti e transito dei cittadini proceda con ordine e senza complicazioni.

È stata inoltre allertata la Protezione civile.

Non non sono mancate le lamentele dei commercianti, che sottolineano come assembramenti e contatti non avvengono tanto durante le commissioni necessarie durante la quotidianità, ma durante le attività ludiche e di raduno del tempo libero.

 

In ogni caso, si tratta di dieci giorni in totale i stop, che potranno permettere un’azione distensiva e pertanto un rientro della linea dei contagi. La durata ,naturalmente, dipenderà anche dalla condotta autonoma dei cittadini arzanesi che dovranno e potrannno mettersi nella condizione di non dover esser ulteriormente sorvegliati, adottando comportamenti coscienziosi per il bene personale quanto quello dell’intera comunità.

Simone Paride Russo