4 ed.ne della “Fiaccola della Pace” ad Alife dedicata a Giuseppe Macchiarelli, Antonio Sottile e al 27° della Strage di Capaci

L’ evento si svolgerà ad Alife Mercoledì 22 Maggio 2019 a partire intorno alle ore 10:00. Il desiderio di Pace, come il ripudio alla guerra ( art.11 della Costituzione) diventa diritto e necessità primaria da inculcare nelle giovani generazioni. Diventa urgente formarsi alla coscienza di Pace.

L’ Associazione di Volontariato “Movimento Internaz. per la Pace e la Salvaguardia del Creato – III Millennio” della provincia di Caserta, in occasione delle celebrazioni storiche dei 100 anni della grande guerra ( 1914-2014/2018-2019) intendendo proseguire nei Comuni facenti parte del Parco regionale del Matese e nella provincia, percorsi formativi iniziati di “Educazione alla Pace, alla Nonviolenza e alla difesa del Creato”, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di ALIFE, anche quest’anno organizza lo storico passaggio della Fiaccola della Pace dei 100 anni della grande guerra giunto ad Alife alla sua IV ed.ne, attraverso l’organizzazione della Marcia per la PACE, dedicata alla memoria delle vittime di tutte le guerre, stragi, attentati, terrorismo, criminalità, violenze e mafie di Alife e nel mondo, dai 100 anni ad oggi (come recita la dedica sulla targa dell’Albero della Pace).

L’ evento si svolgerà Mercoledì 22 Maggio 2019 a partire intorno alle ore 10:00. Il desiderio di Pace, come il ripudio alla guerra ( art.11 della Costituzione) diventa diritto e necessità primaria da inculcare nelle giovani generazioni. Diventa urgente formarsi alla coscienza di Pace. I costruttori di Pace devono rafforzare il proprio impegno e la propria capacità di agire con efficacia e lungimiranza, riflettere insieme sui problemi più urgenti da affrontare (guerre, migrazioni..). Dopo cento anni di guerre e crimini contro l’umanità è venuto il tempo di riconoscere che la Pace è un diritto umano fondamentale della persona e dei popoli, pre-condizione necessaria per l’esercizio di tutti gli altri diritti umani. Un diritto che deve essere effettivamente riconosciuto, applicato e tutelato a tutti i livelli, dalle nostre città all’Onu.

Quest’anno, accanto al tema dei 100 anni, si affronterà la riflessione su un tema attuale legato sempre ai 100 anni della grande guerra, culminati nell’anno 2018 appena trascorso, dove proprio con la scuola in questo Comune, fu svolta la bellissima manifestazione commemorativa del centenario. La IV Fiaccola della Pace che si svolgerà mercoledi 22 Maggio, verranno ricordatii alcuni testimoni della nostra terra, figli di Alife impegnati in vita in cause di Solidarietà, di fratellanza, di Pace e di Giustizia.

Entrambi sono stati vittime di stragi e attentati sui luoghi di lavoro. Si tratta di: “Giuseppe Macchiarelli” detto “Geppino”, fondatore dell’ Associazione “Solidarietà” , vittima del dovere sul lavoro, che cadde il 15 marzo 1995 durante la strage della Conservatoria degli Uffici immobiliari in S. Maria Capua Vetere ( viene ricordato nel brano: “Gli Uomini veri” accanto a tanti testimoni di Pace e di Giustizia, a lui è stata intitolata una strada), e del finanziere scelto “Antonio Sottile” detto “Tony”, caduto durante un ‘attentato a Brindisi la notte tra il 23 e 24 febbraio dell’anno 2000 mentre inseguiva con alcuni colleghi un convoglio di contrabbandieri. Alla sua memoria fu già dedicato il monumento nella Villa Comunale ( il suo nome viene letto ogni anno, insieme al nome di tutte le vittime innocenti delle mafie, durante la “Giornata della Memoria e dell’Impegno” che ricorre il 21 Marzo).

Rappresentano validi esempi per i nostri giovani oggi sempre più in cerca di veri ideali. Inoltre nella vicinanza della data, verrà ricordato anche il 27° anniversario della Strage di Capaci ( che ricorre il 23 Maggio) e i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e gli Agenti delle scorte. Nell’area del “Giardino della Pace” dove si trova il monumento vivo sempreverde dedicato a tutti i caduti delle guerre di Resistenza, ossia l’Albero della Pace piantumato durante la 1° Ed.ne della Fiaccola della Pace, e la “Panchina della Pace e della Nonviolenza”, inaugurata lo scorso anno durante l’ ultima edizione della manifestazione, verrà messo a dimora un bonsai di ulivo con targhetta, in memoria perenne di “Giuseppe Macchiarelli” e di “Antonio Sottile” L’albero è stato offerto dalla Comunità Montana del Martese.

Inoltre un albero di magnolia già presente nell’ area verrà intitolato e dedicato ai giudici “Giovanni Falcone”, “Paolo Borsellino” e agli agenti delle scorte che persero la vita durante le “Stragi di Capaci”( 23 Maggio 1992) e di “Via D’Amelio”( 19 Luglio 1992). L’evento prevede la declamazione dei testi elaborati dagli alunni (durante il corteo si faranno alcune soste, dove gli alunni declameranno pensieri sul tema della Pace e in memoria di tutte le vittime innocenti delle stragi e delle mafie). La manifestazione terminerà proprio davanti all’Albero della Pace, dove avverrà il saluto del Sindaco di Alife Maria Luisa Di Tommaso, della Dirigente scolastica Bernarda De Girolamo, del rappresentante del Movimento antimafia Agende Rosse Mimmo Marzaioli, dell’ Assessore alla Pubblica Istruzione Caterina Ginocchio, della Presidente del Movimento per la Pace Agnese Ginocchio e delle Istituzioni presenti.

Altri brevi interventi da parte degli alunni coordinati dalle docenti delle primarie e delle secondarie di 1° grado dell’Istituto Comprensivo, a cui seguirà la cerimonia di piantumazione preceduta dalla benedizione da parte del parroco don Pasqualino Rubino, del bonsai di ulivo, alla presenza dei familiari dei due figli di Alife. L’evento è stato patrocinato dal Comune di Alife, Provincia di Caserta retta dall’Avv. Giorgio Magliocca, dal Parco Regionale del Matese retto dall’Avv. Vincenzo Girfatti, dalla Comunità Montana del Matese retta dall’Avv. Domenico Scuncio, dalla Consulta delle Associazioni del Matese retta dal Dott. Vincenzo D’Andrea.

Saranno ufficialmente presenti il Comandante Generale del Co.s.Int. Alessandro della Posta con una delegazione, l’Associazione “Combattenti e Reduci” sezione matesina presieduta dal prof. Raffaele Civitillo, il Comandante della tenenza della Guardia di Finanza di Piedimonte Matese Vincenzo Spizzuoco, il Consigliere Alfonso Frasca per la Comunità Montana del Matese, il Movimento antimafia “Agende Rosse Paolo Borsellino”, il Circolo 3a età con il Presidente Francesco Montalbano, i rappresentanti del Movimento per la Pace della Provincia , altre Istituzioni del territorio.