A Caianello si registra il secondo caso positivo al COVID-19. Concluso il progetto “Una pastiera per Bergamo”

La sinergia tra il comune di Caianello e il comune di Pietravairano ha reso possibile un progetto straordinario concretizzatosi in tempi record. In sole 24 ore sono state raccolte decine e decine di pastiere. Molte famiglie hanno risposto repentinamente al nostro appello di donare pastiere ai sanitari bergamaschi

CAIANELLO – Dopo il primo caso di un cittadino residente in Caianello, il Sindaco Lamberto DI CAPRIO, ha dato la notizia alla collettività che “…. L’esame di un secondo tampone è risultato POSITIVO al COVID-19. L’Unità di Prevenzione dell’ASL mi ha appena comunicato che una bambina, residente nel nostro Comune, appartenente alla medesima famiglia in cui vi era già un altro caso positivo, è risultata anch’essa positiva al COVID-19”.

Il primo cittadino ha però tenuto a precisare ai cittadini che sono state immediatamente attivate tutte le procedure del caso, per cui la situazione è assolutamente sotto controllo e non è il caso di farsi prendere dal panico. Il Sindaco ha sottolineato che “…. Ovviamente questo ci deve indurre ad essere ancora più rigorosi nel rispetto delle norme e soprattutto a rimanere a casa.

A tal proposito ricordo che è vietata ogni forma di assembramento e, quindi, è vietato riunirsi tra più nuclei familiari”. Nel frattempo, si è conclusa positivamente il progetto “Una pastiera per Bergamo”, gesto di generosità e solidarietà presa dai Comuni di Caianello e Pietravairano che alcuni giorni prima di Pasqua hanno fatto recapitare decine e decine di pastiere all’Associazione Nazionale Carabinieri – Sezione di Bergamo –

che a loro volta le hanno fatto recapitare alla Direzione Sanitaria dell’Ospedale da Campo degli Alpini che le ha poi distribuire ai medici e sanitari che in questo tragico momento hanno contribuito e contribuiscono ancora a salvare migliaia di persone della pandemia che ha fatto di Bergamo una delle terre maggiormente martoriate d’Europa.