Aggredisce guardia giurata e si toglie la vita

Extracomunitario ruba pistola a vigilante casertano e si spara in metropolitana

Ieri pomeriggio un giovane extracomunitario di colore si è tolto la vita sparandosi alla testa con la pistola di una guardia giurata. Il folle gesto avveniva nel tunnel della stazione metro di Roma Tiburtina, dove, per procurarsi l’arma, il suicida ha prima aggredito il vigilante con una coltellata e poi lo ha disarmato per sparasi.

La guardia giurata 55enne casertana, alle dipendenze dell’Italpol, è stata ricoverata in codice rosso al policlinico Umberto I. Prime notizie successive al ricovero ci dicono che già dalle prime ore della sera è cosciente e non in pericolo di vita. Le coltellate al collo a quanto pare sono state quasi inoffensive. Non si comprende intanto la motivazione che avrebbe portato il giovane ad aggredire per poi uccidere se stesso. A tuonare ora sono i sindacati delle guardie giurate, che ancora una volta chiedono maggiori diritti ai lavoratori dei servizi di sicurezza.