Anche Caserta ha festeggiato il 245° Anniversario della Fondazione della Guardia di Finanza

Venti finanzieri casertani premiati davanti a due vittime del terrorismo.

Si è svolta anche a Caserta, presso la Caserma “Domenico Bovienzo”, sede del Comando Provinciale, il 245° Anniversario della Fondazione della Guardia di Finanza. Alla cerimonia militare hanno partecipato il Comandante Regionale Campania della Guardia di Finanza, Generale di Divisione Virgilio POMPONI, le autorità religiose e civili della Provincia, fra cui il Presidente dell’Amministrazione provinciale Giorgio MAGLIOCCA ed il Sindaco di Caserta Carlo MARINO, oltre ad una rappresentanza dei militari dei Reparti del Comando Provinciale di Caserta, unitamente ai propri familiari.

Dopo la lettura del messaggio del Presidente della Repubblica e dell’Ordine del giorno speciale del Comandante Generale della Guardia di Finanza, il Comandante Provinciale, Col. t.ST Andrea MERCATILI ha rivolto ai presenti una breve allocuzione sull’attività operativa relativa all’anno appena trascorso. Nel corso della cerimonia sono stati consegnati gli encomi solenni concessi ai militari che si sono particolarmente distinti nel corso delle più rilevanti operazioni di servizio dell’ultimo anno.

È stato in particolare tributato un encomio solenne a tre militari in forza alla Compagnia Pronto Impiego di Aversa: il Luogotenente Giuseppe FANTI, il Vicebrigadiere Ferdinando SETOLA e l’Appuntato Scelto Giuseppe MONTE per essersi distinti nell’esecuzione di indagini di polizia giudiziaria nei confronti di due associazioni per delinquere dedite alle frodi fiscali ed al riciclaggio dei relativi proventi illeciti.

Altri encomi sono stati concessi a: Capitano Eugenio MARMORALE, Maresciallo Capo Giovanni SCIALDONE e Maresciallo Capo Agostino RUSSO, in forza alla Sezione Tutela Economia del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Caserta, premiati per le indagini di natura economico-patrimoniale condotte nei confronti di un imprenditore locale gravato da una pluralità di precedenti penali, tra cui diversi delitti tributari.

Encomio solenne anche per il Capitano Antonio PACELLI, il Maresciallo Capo Pasquale RUSSO, il Brigadiere Capo Arturo DE BIASIO, il Vicebrigadiere Vito PETRICCIONE e il Vicebrigadiere Pietro DE MARTINO, in forza alla Sezione Tutela Spesa Pubblica del Nucleo di Polizia Economico- Finanziaria di Caserta, per essersi distinti nell’esecuzione di una indagine di polizia giudiziaria nei confronti di un sodalizio criminale dedito all’illecita importazione di ingenti quantitativi di zucchero di provenienza estera, successivamente ceduto in nero ad imprese compiacenti che lo utilizzavano, a loro volta, per la sofisticazione del vino.

Nel corso delle premiazioni è stata poi la volta del Capitano Gennaro Antonio COLARUSSO, del Maresciallo Gennaro VINCIGUERRA e dell’Appuntato Scelto Mauro PICANO, in forza alla Compagnia di Marcianise, ricompensati con encomio solenne per aver eseguito articolate indagini di polizia giudiziaria nei confronti di un gruppo criminale dedito alla fabbricazione clandestina ed al commercio di artifizi pirotecnici. Ancora un encomio solenne al Capitano Silverio PAPIS, al Luogotenente Paolo MELESE e all’Appuntato Scelto Giuseppe DEL SESTO, in forza alla Compagnia di Mondragone, per aver eseguito prolungate indagini di polizia giudiziaria in materia di contrasto al traffico di tabacchi lavorati esteri di contrabbando, che consentivano di disarticolare due organizzazioni delinquenziali operanti nel centro cittadino di Mondragone.

Da ultimo, encomio solenne anche per il Capitano Vincenzo VITO, il Maresciallo Ordinario Alessandro DE SIMONE e il Maresciallo Salvatore LAMPITELLI, in forza alla Compagnia di Aversa, per l’esecuzione di complesse indagini di polizia giudiziaria nei confronti di un gruppo criminale, composto da consulenti del lavoro ed imprenditori, dedito alla truffa ai danni dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale.

Alla cerimonia commemorativa erano presenti anche due Fiamme Gialle casertane vittime del terrorismo: il Brigadiere Capo in congedo Luigi FRONZINO, ferito nel 1966 nell’attentato dei terroristi sud tirolesi che fece saltare in aria la Caserma del distaccamento di Malga Sasso, e il Maresciallo aiutante Valter CAINERO, ferito nel 1978 nell’attentato da parte di terroristi di estrema destra che fecero esplodere l’aviorimessa della Guardia di Finanza a Napoli.