CASERTA. INCENDIO SUL VIALE CARLO III A POCHI METRI DALLA REGGIA DI CASERTA TRA DEGRADO E PROSTITUZIONE

di ANTONIO DE FALCO E CIRO GUERRIERO

Caserta. I vigili del fuoco hanno appena spento l’ennesimo logo , questa volta e’ toccato nell’ area verde allocata sul Viale Carlo III alle spalle di via Feudo di San Martino nei pressi della ASL veterinaria.

Si tratta di un campo verde adiacente all’ area occupata dalla protezione civile.Giunti sul posto abbiamo subito appreso che , nonostante le fiamme alte , nessuno si era preoccupato di chiamare i vigili del fuoco i quali sono arrivati dietro segnalazione del sig Antonino Gerace, residente con la compagna nell’ area in oggetto.

Ma non e’ tutto . L ‘ area che e’ stata interessata dalle fiamme al punto che durante le operazione di spegnimento di pochi minuti fa, e’ stata rinvenuta una bombola di gas di 20 litri che rischiava di diventare una vera e propria mina per l’ intera zona che , va detto , e’ allocata nei pressi della reggia di Caserta. Sembra che l’ incendio sia di origine dolosa.

La nostra indagine tuttavia non si e’ fermata e da un residente della zona abbiamo preso atto di una vera e propria situazione di degrado che caratterizza questa zona denominata ex galoppatoio e che in quando tale meriterebbe adeguata tutela.

” Questa zona e’ invivibile- spiegano i residenti ,di sera e’ popolata da giovani ,immigrati e Italiani che praticano la prostituzione , la zona destinata orignariamente a pista ciclabile e’ ora impratibale in quanto occupata nelle ore diurne dai pullman dei turisti in visita alla reggia di Caserta.

Di sera invece numerosi tossicodipendenti che trovano qui la zona adatta per drogarsi”.

Resta da chiarire inoltre la destinazione che le istituzione intendono dare ad un edificio in fase di costruzione , ultimamente recintato situato nei pressi dell’ area di cui stiamo parlando.

In questo edificio sembra che di notte si ritrovino prostitute, immigrati e tossicodipendenti.