Due arresti da parte della Polizia di Stato nei confronti di due cittadini nigeriani per detenzione e spaccio

L’indagine è partita dal sequestro, nel novembre del 2018, di 20 kg. di marijuana e 200 grammi di cocaina. I due arrestati sono stati associati al carcere di Santa Maria Capua Vetere

CASTEL VOLTURNO – Nella giornata di sabato, 8 febbraio 2020, gli Agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Sessa Aurunca, coadiuvati da personale del Commissariato di Castel Volturno, hanno dato esecuzione ad una Ordinanza di Custodia Cautelare emessa dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, in data 20 gennaio 2020, nei confronti di Eriche KALADU, di anni 26, nato in Nigeria e dimorante in Castel Volturno, sottoposto ad indagini di cui all’art. 73 DPR 309/90.

Il provvedimento è stato emesso all’esito di una articolata indagine diretta dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere e condotta dagli Agenti del Commissariato di Sessa Aurunca, avente come fine il contrasto al fenomeno di spaccio di sostanza stupefacente sul litorale Domizio. L’attività trae origine dal sequestro di un ingente quantitativo di sostanza stupefacente eseguito dal Commissariato di Sessa Aurunca nel Novembre 2018, avente ad oggetto circa 20 Kg di marijuana e più di 200 gr di cocaina, oltre ad alcune dosi di crack e altra sostanza.

A seguito della perquisizione domiciliare effettuata durante l’arresto di Eriche KALADU, veniva rintracciato anche Bassy OSEYOMON di anni 24, nato in Nigeria e dimorante in località Castel Volturno, irreperibile già da diversi mesi in quanto destinatario di un provvedimento di fermo emesso dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, in data 18.11.2019, per il delitto di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

All’esito delle operazioni di rito, i due indagati sono stati associati presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente.