Il comitato promotore di “Avanti Caserta” chiama a raccolta le forze riformiste e civiche

Si è svolta ieri a Caserta la prima riunione del comitato promotore di ‘Avanti Caserta’, il laboratorio politico su scala provinciale nato sotto l’asse Psi-Renziani con lo scopo riunire tutte le forze riformiste e civiche per costruire una vera e propria tribuna ai tanti giovani che vogliono avvicinarsi al mondo della politica .  La prima riunione organizzativa è stata un’occasione importante per iniziare ad impostare l’azione politica del laboratorio sul territorio in scala provinciale infatti si partirà con 3 iniziative che si svolgeranno nei comuni di Caserta, Aversa e Castel Volturno.

“Dobbiamo ritornare a fare politica tra la gente per trasformare le loro istanze in un’azione politica concreta ritornare ad una vera e propria democrazia partecipata”, ha sottolineato Francesco Brancaccio, responsabile nazionale Ecomafie ed Ecoreati del Psi e tra i promotori del laboratorio ‘Avanti Caserta’. “

Il laboratorio non vuole assolutamente sostituirsi ai partiti anzi il suo scopo è quello di rafforzare il centrosinistra con idee e proposte che partono dai cittadini comuni, coinvolgendoli ed ascoltando le loro istanze . Nella riunione di ieri  abbiamo tracciato insieme una prima linea guida delle future azioni del Laboratorio “ Avanti Caserta”.
A prendere parte alla prima riunione sono stati, oltre a Brancaccio, Pier Gaetano Fulco, già referente provinciale della Mozione Giachetti per la Provincia di Caserta (nelle scorse Primarie del Partito Democratico), Mariano Scuotri, consigliere comunale di Aversa, Domenico Grande, Teresa Ucciero (già assessore al Comune di Caserta), Massimo Russo (consigliere comunale di Caserta), Nicola Oliva (consigliere comunale di Castel Volturno), Mario Santoro, Pasquale Morrone e Alessandro Fedele (coordinatore dei Millennials per la conurbazione di Caserta).

Dalle prossime riunioni il tavolo si allargherà– ha concluso Francesco Brancaccio – Lo scopo è quello di riconquistare gli spazi che il centrosinistra e le forze riformiste hanno lasciato occupare ai movimenti sovranisti che hanno creato solamente un clima di odio e violenza nel nostro Paese”.