INTERPORTO MARCIANISE: LETTERA APERTA AL PREFETTO E ALL’ ISPETTORATO DEL LAVORO DA GIUSEPPE CUCCURULLO SEGRETARIO REGIONALE SINALV

Caserta, Riceviamo e pubblichiamo integralmente la lettera che il segretario Regionale della SINALV  ha inviato al Prefetto e all’ Ispettorato del lavoro per chiedere chiarimenti in merito alla mancata retribuzione ad alcuni lavoratori della mensilita’ di Giugno e alla 14esima mensilita’.

Pubblicità elettorale

li 28/7/2018 A S.E. il Prefetto di Caserta

All’Ispettorato del Lavoro di
Caserta

Oggetto: Richiesta stipendio/Istituto di vigilanza Vi.PR.ISE con sede in Maddaloni c/o interporto Marcianise.

Questa O.S. scrive per nome e per conto dei suoi aderenti, i quali lamentano che fino ad oggi ancora non gli e’ stato rilasciato ne’ lo stipendio del mese di Giugno, che dovrebbe essere rilasciato entro il 20 del mese successivo e la 14^ mensilita’ che dovrebbe essere rilasciata entro il 15 luglio come recita l’art. 117 del CCNL di categoria.
E visto che, questa O.S. dalla sua richiesta per un incontro con l’Amministrazione della ViPRISE, appunto per discutere bonariamente dello spiacevole inconveniente, fino ad oggi non ha avuto nessun riscontro in merito, ci rivolgiamo a Voi in qualita’ di Organi preposti al controllo.

All’uopo è opportuno richiamare alcuni fondamentali principi che costituiscono gli elementi fondamentali del rapporto di lavoro. Il rapporto è da annoverarsi fra i contratti a prestazioni corrispettive  nel senso che fra le parti il sinallagma è rappresentato dalla prestazione lavorativa e dal pagamento della retribuzione.
La retribuzione costituisce, secondo la definizione generale desumibile dagli artt. 2094 e 2099 c.c. l’obbligazione fondamentale a cui il datore di lavoro è tenuto nei confronti del prestatore. La sua determinazione è rimessa in una norma costituzionale, l’art. 36, co I°. Questa norma testualmente recita : il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla propria famiglia un’esistenza libera e dignitosa.” Altri caratteri della retribuzione, desumibili dall’art. 2099c.c. sono:
L’obbligatorietà, in quanto trattasi di un diritto irrinunciabile del lavoratore;
la corrispettività, in quanto trova la sua causa nel rapporto di lavoro;
la continuità, dal momento che la retribuzione spetta per tutta la durata del rapporto di lavoro.
Nella fattispecie che ci occupa, va ribadito che l signori dipendenti dell’ Istituto di Vigilanza Privata ViPrise, sono stati assunti come lavoratori subordinati a tempo indeterminato per svolgere mansione di Guardia Particolare Giurata con applicazione del CCNL di categoria. Il CCNL applicato dall’Istituto di Vigilanza in questione titolato “modalità per il calcolo e la corresponsione della retribuzione” al primo comma recita che: la retribuzione sarà corrisposta in misura mensile entro il 10 del mese successivo a quello lavorato.

Nei contratti sinallagmatici ciascuno dei contraenti può rifiutarsi di adempiere la sua obbligazione se l’altra non adempie…..art. 1460 c.c.. Pertanto questa O.S. invita all’ Amministrazione dell’Istituto di Vigilanza Privata ad adempiere al pagamento della spettanza economica entro e non oltre 3(tre ) giorni dalla presente.
Si fa presente che se cio’ non dovesse avvenire, questa O.S. si vedra’ costretta ad adire le vie della Magistratura ed avvisare tutti gli Organi Competenti, nessuno escluso.
P.S. Ci risulta, stando a quello che ci ha riferito la nostra RSA Cioffi Michele, che addirittura uno dei dipendenti svolge oltre 84 ore di lavoro quando per contratto di solidarieta’ non potrebbe.
Distinti saluti

Il Segretario Regionale
Geom. Cuccurullo Giuseppe