AGM Servizi Sanitari 582×215

ITALIA VIVA ARZANO: “CHIEDIAMO TAMPONI PER TUTTI”

Arzano-Con l’ordinanza n. 36 del 14 ottobre 2020 dei commissari prefettizi del Comune di Arzano viene messa in evidenza l’impotenza e l’incapacità di un Ente pubblico alla sua funzione principale di prevenire e controllare il comportamento che i cittadini debbano adottare in un periodo di pandemia.

La riflessione si sposta sulle azioni e proposte concrete che i commissari prefettizi hanno messo in campo per contenere la diffusione del contagio.

Non si comprendono i pretesti indicati in ordinanza – maggiori difficoltà del territorio, come se Arzano fosse un paese montano – oppure lo scaricabarile di responsabilità – la dotazione organica della polizia municipale è ridotta. Ecco che allora, forse, qualcuno dovrà pur fare un “mea culpa” sulla mancata adozione nei mesi scorsi di strumenti che l’emergenza richiedeva, come ad esempio la formulazione della richiesta di invio sul nostro territorio di Forze Armate ai ministeri competenti.

Non ci convince e non approviamo questo modo di risolvere i problemi, seppur urgenti. Non è possibile, come al solito, che a pagare alto il prezzo siano sempre i cittadini, i commercianti, le famiglie, gli studenti e tutti coloro che svolgono le loro attività ad Arzano.

Pertanto, noi di Italia Viva Arzano chiediamo ai commissari prefettizi di Arzano, alle autorità sanitarie competenti e alla regione Campania di fare, con estrema urgenza, un’azione di controllo e uno screening per indicare una strategia di indagini soprattutto attraverso l’uso di tamponi Covid per capire lo stato di salute dei cittadini.

ITALIA VIVA ARZANO
Salvatore Borreale