LeAli per San Tammaro: “Amministrazione Comunale rimandata, ci saremo aspettati qualcosa in più”

Il comunicato

 

San Tammaro-I consiglieri comunali del gruppo LeAli per San Tammaro Vincenzo D’Angelo e Errico Scala intervengono sulla situazione politica attuale lamentando una serie di lacune poste in essere dall’Amministrazione Comunale e dal Sindaco Stellato sulle attività che dovevano e potevano essere adottate per fronteggiare la crisi derivante dalla situazione epidemiologica da Covid 19.

I due giovani consiglieri comunale del gruppo LeAli fanno sapere in una nota “Rinviare a settembre le scadenze di IMU e TARI – era la proposta del gruppo LeAli, che in una missiva inviata al Sindaco, chiedevano di adottare i provvedimenti atti a rinviare la scadenza IMU prevista per il 16 giugno e di posticipare anche le rate TARI 2020 con decorrenza a partire dal mese di settembre. I cittadini tammaresi stanno attraversando una gravissima crisi economica e di liquidità dovuta all’emergenza Covid-19, moltissime famiglie si trovano in gravi difficoltà, e pertanto, aggiunganoda LeAli per San Tammaro, il rinvio delle scadenze dei tributi locali, rappresentavaun atto dovuto e necessario da parte delle istituzioni cittadine. Si trattava, con ogni evidenza, di un provvedimento necessario per dare ai cittadini tammaresi un minimo respiro dopo l’emergenza sanitaria trasformatasi in emergenza economica.

Il Decreto “rilancio” ha infatti concesso facoltà ai singoli comuni di procedere al rinvio dell’acconto IMU 2020 e pertanto, nell’ottica della collaborazione istituzionalemostrata nel pieno dell’emergenza epidemiologica, ci saremo aspettati dal SindacoStellato che avesse valutato la nostra istanza di voler posticipare tali scadenze fiscali”.

Alla luce di queste mancanze nel rinvio della riscossione dei tributi locali, chiosano da LeAli per San Tammaro, dobbiamo rimandare il giudizio sull’operato dell’amministrazione Stellato poiché crediamo fermamente che in un momento difficile per l’economia nazionale e globale il rinvio delle scadenze dei tributi locali, rappresentava un atto dovuto e necessario da parte delle istituzioni cittadine.