L’Italian Virginia Woolf Society al Liceo “Manzoni” per riflettere sull’eredità della Woolf e sull’attualità del saggio “La stanza tutta per sé

“A woman must have money and a room of her own if she is to write fiction”: certamente la frase più paradigmatica del saggio che Virginia Woolf pubblicò, nel 1929, col titolo “A Room of One’s Own”. Ripercorrere la storia letteraria della donna, al fine di rivendicare, per il genere femminile, la possibilità di essere ammesse ad una cultura di esclusivo appannaggio maschile e decostruire il linguaggio patriarcale: queste le principali finalità del noto saggio della Woolf, una delle scrittrici inglesi più amate, una donna enigmatica, che ha avuto il coraggio di mettere su carta la propria indignazione nei confronti della condizione femminile. Ed il Liceo “Manzoni” di Caserta, diretto dalla D.S. Adele Vairo, è pronto a raccogliere l’eredità in una giornata di studi di grande spessore.

Il Campus Manzoni, infatti, è stato scelto dalla “Italian Virgina Woolf Society” – Associazione culturale nata nel 2017 con l’intento di promuovere e incoraggiare la conoscenza e lo studio, in Italia, della scrittrice ed attivista – quale sede per la conferenza dal titolo “Virginia Woolf e La stanza tutta per sé”, che si terrà lunedì 25 marzo, alle ore 15.00, presso l’Aula Magna dell’Istituto.

Ospite della giornata la dott.ssa Nadia Fusini, una delle massime angliste italiane, autorevole studiosa di letteratura Inglese moderna e contemporanea, nonché Presidente della “Italian Virginia Woolf Society”. Modera la dott.ssa Sara De Simone, Vice-Presidente, critica letteraria e traduttrice.

La conferenza – la cui organizzazione è a cura della Prof.ssa Paola Frangipane – è rivolta agli allievi delle classi quinte degli Indirizzi Linguistico e Cambridge ed aperta a docenti interni ed esterni.