RISSA ALLA REGGIA DI CASERTA | I turisti: “siamo stati frodati”

Disputa tra turisti e custodi. Intervenuta la Polizia. Minacciata la Reggia di Caserta di denuncia per frode

Da ieri migliaia di visitatori provenienti da tutta l’Italia e dall’estero hanno “invaso” la Reggia di Caserta. Oltre 7.900 ingressi sono stati registrati alla biglietteria del museo. Anche per oggi, 25 aprile, i numeri sembrano essere gli stessi, anche se ancora in continua crescita.

La scorsa domenica di Pasqua, altra giornata affollatissima al museo, si è verificato un caso isolato di rissa, fortunatamente mancata, tra visitatori e custodi. La stessa vicenda è accaduta anche nel giorno della Liberazione, intorno alle ore 12:00 di questa mattina.

Uno dei gruppi di turisti, dopo neanche un’ora di fila, ha iniziato ad inveire contro i custodi del Palazzo reale. I dipendenti, ovviamente, non hanno risposto alle provocazioni e ai pesanti insulti, che però hanno generato qualche momento di paura tra la folla.

Il motivo della lite sarebbe scaturito da una cattiva informazione. Gli stessi turisti hanno dichiarato al nostro giornale di non essere a conoscenza di una ulteriore procedura sul ritiro dei biglietti prenotati online o prodotti, in modalità voucher, dall’info-point di CasertaWelcome.

Il personale della Reggia non ha allora esitato ad allertare la Dirigenza, che ai turisti ha spiegato di dover ritirare, presso una seconda biglietteria dello stesso museo, i biglietti prenotati online per accedere con più velocità al parco e agli appartamenti reali.

La vicenda si è conclusa, oltre che con l’intervento della dirigenza, anche con le Forze dell’ordine. Questi ultimi, giunti sul posto, pare abbiano accolto le denunce di alcune persone che dichiaravano di essere state frodate proprio dalla Reggia di Caserta.