Casaluce/ Consigliere senza tampone da 25 giorni

Le difficoltà dell’ASL

Il consigliere comunale Pasquale Bruno dopo 25 giorni di isolamento domiciliari attende ancora il tampone.

Il consigliere si è detto pronto a rivolgersi ai carabinieri per denunciare l’Asl e, siccome dovrebbe violare l’isolamento, ad autodenunciarsi.

l’Asl peccherebbe ,infatti, di “disorganizzazione in merito alla gestione della pandemia che stiamo attraversando per combattere il coronavirus”

Il consigliere sulla sua pagina facebook  afferma di essersi infettato sul lavoro e di aver evitato il ricovero per non  caricare più di tanto la struttura ospedaliera,che già versa in condizioni critiche, ma la medicina territoriale si è dimostrata carente

I medici di base fanno quel poco che possono, in quasi 25 giorni di isolamento fiduciario non si sono ne visti ne tantomeno fatti sentire per programmare il tampone di controllo: è una cosa veramente grave, vergognosa e assurda. Insomma una Asl che fa acqua da tutte le parti“.

Il post su Facebook del consigliere Pasquale Bruno 

“Buongiorno ,

Sì,avete letto bene,stamattina DENUNCIO e mi  AUTODENUNCIO,

Giusto il tempo di pubblicare questo post e poi, se i carabinieri mi autorizzano, vado direttamente da loro a fare la denuncia .
Denuncio ASL del mio Distretto per la disorganizzazione in merito alla gestione della pandemia che stiamo attraversando per combattere il CORONAVIRUS e mi riferisco al mio caso, è mai possibile dico io, che dopo essermi infettato al COVID 19, sul lavoro tra l’altro, ho evitato il ricovero, quindi contribuendo a non caricare più di tanto la struttura ospedaliera visto che sta al collasso, dando spazio a chi ne aveva più bisogno di me,scegliendo di  fare la terapia a  domicilio, ma con la speranza , che la Medicina Territoriale mi prendesse in  carico e mi seguisse, invece niente ,provi a chiamare telefonicamente e non ti rispondono  e se sei fortunato di parlare con qualcuno non ti  sanno rispondere. I Medici di Base fanno quel poco che possono,  in quasi 25 giorni di isolamento fiduciario non si sono né visti né tantomeno fatti sentire per programmare il tampone di controllo, cosa veramente grave ,vergognosa e assurda, insomma un ASL  che fa acqua da tutte le parti.

Inoltre mi Autodenuncio , con la speranza che lo facciano in tanti, o perlomeno tutti coloro che stanno nella mia stessa sutuazione, perché non si può, e non potete chiudere una persona in  casa per giorni e giorni , senza una giusta causa , per  colpa di chi poi  , non si sa ,è questo il bello della faccenda , come sempre,  non si capisce mai  di chi sono le responsabilità ,quindi dicevo , se mi vedete in giro , tranquilli , perché  non mi fermo come mio solito fare  a prendere un caffè con amici, finché non riesco fare il tampone di controllo, perché  io , le mie responsabilità me le prendo , sono altri che si defilano,  ma sto andando  direttamente dai carabinieri a comunicare le mie giuste motivazioni , ed il perché   eludo  la Sorveglianza Sanitaria Fiduciaria, tanto nessuno sa della mia situazione , o meglio fanno i ” gniorri ” partendo dai Vigili Urbani , mai fatto un controllo se io fossi in casa, nessuno della Protezione Civile si è fatto vedere per chiedere se avessi bisogno di qualcosa, ne tantomeno mi ha fornito dei sacchetti per lo smaltimento dei rifiuti infetti, mai il Sindaco mi ha contattato , come  più volte ha ripetuto di aver fatto per  le persone positive al COVID 19  , eppure in famiglia ne eravamo  diversi  che stavamo in condizioni precarie, per sapere delle effettive condizioni di salute , ne tantomeno a persone  di mia conoscenza che  ho sentito , un ASL , che non ha  ” né  cap  ne’ cov “, ( ne testa ne coda ),

allora qualcuno potrebbe dire  in modo scherzoso e per sdrammatizzare….

” è che vuo ‘ chiu ‘ dalla vita ” un  ……..

Ebbene , alla luce di tutto ciò ,  vi posso garantire che dal virus si guarisce, ma dell’ignoranza, dell’ipocrisia, dalla strafottenza , dalla superbia, dall’invidia”

.