CASERTA. QUESTIONE AREA VIA RUGGIERO, IL CONSIGLIERE GAROFALO, FORZA ITALIA, CONVINCE I CONSIGLIERI ANTONIO CIONTOLI E IARROBINO A NON FIRMARE LA DELIBERA.

Di FRANCESCO MELONE

Caserta – Il Consiglio Comunale di oggi, mercoledì 27 Dicembre, e’ servito anche per smaltire le tossine natalizie, sara’ proprio per questo che l’inizio della seduta consiliare e’ slittato di un’ ora.

Questa mattina alle ore 10:30 il Presidente del consiglio, Michele De Florio ha provveduto a fare l’ appello dei presenti ed ha aperto ufficialmente la seduta.

All’ordine del giorno erano presenti le interrogazioni sui “Debiti fuori bilancio”, Di particolare rilevanza la questione sollevata dal capogruppo di Forza Italia Nicola Garofalo relativa alla vicenda della concessione di una area di fianco alla biblioteca comunale “Alfonso Ruggiero” in via E. Ruggiero, di circa 600 m.q.,su cui attualmente insiste un lavaggio auto. Garofalo sostiene che detta area sia stata venduta dal Comune ad un prezzo molto inferiore a quello che era il valore di mercato: “Qui c’è un danno patrimoniale perché è impensabile che un’area così grande venga venduta per quella cifra, ha detto il Co Sigler Garofalo, Inoltre oggi l’assessore Pontillo ci chiede anche di declassificare la zona del marciapiede – delibera tra l’altro approvata stesso oggi con i voti della maggioranza – per poter così fare un altro favore a chi ha già ottenuto un prezzo stracciato e che minaccia anche il Comune per chiedere il risarcimento.

Tant’è, conclude Garofalo – che anche in una recente sentenza del TAR Campania relativa alla questione, i giudici affermano che gli atti della vendita devono essere mandati alla Corte dei Conti”

In merito alla questione innanzi descritta rileviamo il sempre più forte e netto allontanamento, pur rimanendo nella maggioranza, dei consiglieri del PD Iarrobino e Ciontoli nei confronti del Sindaco Carlo Marino. Iarrobino in merito alla vicenda dell’area di 600 mq, ora lavaggio auto, spalleggiato da Ciontoli che annunciava di non votare la delibera, ha così commentato: “Il sindaco non mi ha convinto, io sono stufo di sanare tutti gli errori del passato. Io questa delibera non la voto e penso che debba essere ritirata“.

Inoltre l’esponente del PD Antonio Ciontoli in merito alla questione dei debiti fuori bilancio fatta rilevare dal consigliere Mario Russo esponeva quanto segue: “Ma come è possibile che ogni anno il consiglio comunale di Caserta sia chiamato ad approvare 500.000 euro di debiti fuori bilancio per le buche presenti nelle strade?”.