Conte firma il nuovo DPCM/La Campania in zona gialla

Coprifuoco notturno dalle 22 alle 5 del mattino successivo, vietati gli spostamenti nelle aree a rischio (cioè quelle di fascia arancione e rossa), chiusura dei negozi (tranne che per i beni e servizi essenziali) dimezzamento del cinquanta per cento per la capienza nei mezzi pubblici del trasporto locale e del trasporto ferroviario regionale, ricorso massiccio allo smart working nella pubblica amministrazione e nel settore privato con ingressi differenziati del personale, didattica a distanza nelle scuole superiori e in presenza con mascherina obbligatoria in aula alle elementari e medie, stop alle crociere, sospensione dei concorsi pubblici e privati tranne che per il personale della sanità.

Adriana 640×300

Queste sono queste le principali misure riguardanti tutta Italia contenute nel nuovo Dpcm firmato in piena notte dal presidente del consiglio dei ministri Giuseppe Conte, al termine  di lunghissime polemiche tra Governo e Regioni.

Le nuove norme avranno validità da venerdì 6 novembre  al 3 dicembre

 “Tutte le nuove norme previste dall’ultimo Dpcm – quindi, anche quelle riservate alle aree gialle, arancioni e rosse –saranno in vigore a partire da venerdì 6 novembre“.

l’esecutivo ha istituito un regime di chiusure differenziate a seconda della fascia di rischio nella quale rientra una determinata regione.

Il Paese sarà diviso in tre fasce: una “zona gialla” a basso rischio, una “zona arancione” a medio rischio e una “zona rossa” ad alto rischio.

Le diverse zone verranno istituite anche di regione in regione, in base all’indice Rt, così come indicato dall’Istituto superiore di sanità (i parametri di riferimento sono ben ventuno),

Il nuovo decreto  “garantisce il coinvolgimento” dei governatori, che partecipano alla cabina di regia sull’emergenza sanitaria.

 

La Campania ,a sorpresa, rientra nelle zona Gialla  (rischio moderato)

🟡Vietato circolare dalle ore 22.00 alle ore 05.00, salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute. Per questo ultimo caso bisogna firmare l’autocertificazione.
🟡Chiusura di musei e mostre
🟡In Campania, continua la didattica a distanza per le scuole elementari, medie e superiori.
🟡Chiusura dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentati, ed edicole al loro interno
🟡Sospensione di attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine anche nei bar e nelle tabaccherie
🟡Restano chiuse piscine, palestre, teatri, cinema. Restano aperti i centri sportivi.

In Campania resta il divieto degli spostamenti interprovinciale fino al 13 Novembre, è possibile però spostarsi nei comuni della stessa provincia.