In Vitulazio, un appuntato dei Carabinieri, libero dal servizio, arresta un 45enne che aveva tentato di uccidere la sorella

L’81enne genitore, vedendo l’orribile gesto è sceso in strada chiedendo aiuto. Le urla dell'anziano, hanno attirato l'attenzione di un Appuntato Scelto dell’Arma dei Carabinieri in servizio alla Stazione di San Prisco e, nella circostanza libero dal servizio. Il graduato senza esitare è immediatamente intervenuto riuscendo a bloccare e disarmare l’aggressore salvando così la malcapitata e lo stesso 81enne

VITULAZIO (CE) – Nella tarda serata di martedì scorso, 2 giugno 2020, in Vitulazio (Ce), un Appuntato Scelto dell’Arma dei Carabinieri in servizio alla Stazione di San Prisco (CE), libero dal servizio, ha tratto in arresto, in flagranza dei reati di maltrattamenti in famiglia e minaccia aggravata con armi, un 45enne del posto.

L’uomo, per futili motivi, alla presenza del padre ha aggredito la sorella, di 46 anni, puntandole all’addome due grossi coltelli, minacciando di ucciderla. L’81enne genitore, vedendo l’orribile gesto è sceso in strada chiedendo aiuto. Le urla dell’anziano, hanno attirato l’attenzione di un Appuntato Scelto dell’Arma dei Carabinieri in servizio alla Stazione di San Prisco e, nella circostanza libero dal servizio, che si trovava a transitare per quella via.

Il graduato senza esitare è immediatamente intervenuto riuscendo a bloccare e disarmare l’aggressore salvando così la malcapitata. I due coltelli sono stati sequestrati dai carabinieri della Stazione di Vitulazio, anch’essi giunti sul posto in soccorso della donna.

L’arrestato, ha anche tentato di aggredire i carabinieri giunti sul posto ma è stato tempestivamente bloccato.

Ai carabinieri, l’anziano genitore, ha raccontato di essere anch’egli vittima del figlio e di subire gravi maltrattamenti protrattasi nel tempo ma mai denunciati.