Pubblicità elettorale

Pubblicità elettorale

ANCHE A CASERTA ” IO NON RISCHIO ” LA CAMPAGNA NAZIONALE PER LE BUONE PRATICHE DI PROTEZIONE CIVILE

Caserta. Sabato prossimo 14 Ottobre ,dalle ore 9 alle 19, tra piazza Dante e piazza Carlo 3° ,  il Dipartimento di Protezione Civile Nazionale organizza la manifestazione ” IO NON RISCHIO” con la partecipazione delle varie Associazioni di Volontariato e le Protezioni Civili di Caserta e Provincia.

“Lo scopo – afferma il Consigliere Comunale  Pasquale Antonucci  Delegato alla Protezione Civile del Comune di Caserta- è quello di informare i cittadini sulle buone pratiche di Protezione Civile sottolineando i  comportamenti  che  ciascuno  deve adottare per ridurre i rischi”-

” Il nostro obiettivo – continua –  e’ quello di promuovere  una cultura della prevenzione, formare un volontario più consapevole e specializzato e avviare un processo che porti il cittadino ad acquisire un ruolo attivo nella riduzione dei rischi”.

Il volontariato di protezione civile, le istituzioni e il mondo della ricerca scientifica si impegnano insieme per comunicare sui rischi naturali che interessano il nostro Paese. Il 14 ottobre volontari e volontarie di protezione civile allestiranno punti informativi “Io non rischio” nelle piazze dei capoluoghi di provincia italiani, per diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare i propri concittadini sul rischio sismico, sul rischio alluvione e sul maremoto.

Il cuore dell’iniziativa – giunta quest’anno alla settima edizione – è il momento dell’incontro in piazza tra i volontari formati e la cittadinanza. Ma l’edizione 2017 sarà un’occasione speciale, perché le piazze si arricchiranno di iniziative ed eventi: i volontari, infatti, accompagneranno la cittadinanza in un percorso legato alla conoscenza dei rischi specifici del territorio e alla memoria dei luoghi.

“Io non rischio”, campagna nata nel 2011 per sensibilizzare la popolazione sul rischio sismico, è promossa dal dipartimento della protezione civile con Anpas (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze), Ingv (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) e Reluis (Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica). L’inserimento del rischio maremoto e del rischio alluvione ha visto il coinvolgimento di Ispra-Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, Ogs (Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale), AiPo (Agenzia Interregionale per il fiume Po), Arpa Emilia-Romagna, Autorità di Bacino del fiume Arno, CamiLab-Università della Calabria, Fondazione Cima e Irpi (Istituto di ricerca per la protezione idro-geologica).

 

Pubblicità elettorale

Pubblicità elettorale